Straordinaria scoperta archeologica a Kaulonia:
 ecco il testo più lungo in alfabeto acheo della Magna Grecia

 

Ritrovata una tabella in bronzo con una lunga dedica votiva che contiene il testo più lungo in alfabeto acheo della Magna Grecia. La scoperta è avvenuta durante glii scavi di Kaulonia, dove operano studenti, laureandi, specializzandi, dottorandi e perfezionandi dell'Università di Pisa e della Scuola Normale Superiore di Pisa, che hanno riportato lentamente alla luce i resti del santuario di Punta Stilo dell'antica colonia greca, situato in provincia di Reggio Calabria. La tabella di bronzo rinvenuta a Kaulonia è infatti risultata essere un documento unico: pur ridotta in minuti frammenti molto corrosi, dopo il restauro eseguito nelle scorse settimane presso il locale Museo di Monasterace e la successiva applicazione di avanzate tecniche d'indagine presso la Scuola Normale di Pisa, ha rivelato un testo greco del V sec. a.C., su 18 linee, in alfabeto acheo, con le lettere ordinate regolarmente secondo il sistema di scrittura detto stoichedon. Si tratta di una lunga dedica votiva, in gran parte metrica, che menziona tra l'altro l'agorà (la piazza pubblica di ogni città greca, cuore della vita politica e commerciale), una statua e un elenco di divinità di grande interesse per la conoscenza dei culti. A breve ne è prevista l'edizione, a cura del professor Carmine Ampolo, in collaborazione con un perfezionando della Scuola Normale Superiore di Pisa.

8 ottobre 2013

 

Webmaster Ing. Francesco Alati