TEATRO ANTICO NELL'AREA ARCHEOLOGICA DI LOCRI

In scena Fedra di Seneca (Traduzione di Edoardo Sanguinetti) con Paola Pitagora, Roberto Alpi. Adattamento e Regia di Giovanni Anfuso.

locriscavi.jpg
Anche quest’anno il comune di Locri (Rc) ospita il “Magna Grecia Teatro” ormai giunto alla quarta edizione dal titolo Tracce, visto che l’intenzione, per la verità presente fin dalla nascita dell’iniziativa, è quella di valorizzare i siti archeologici che ospitano le opere teatrali classiche. L’iniziativa si inserisce nella strategia delle politiche culturali della Regione Calabria, nel tentativo di valorizzare i Beni Culturali, la Storia e le Tradizioni dei Territori Calabresi; strategia Regionale sposata a pieno titolo dall’Amministrazione Comunale che intende dare un impulso importante ad un settore, quello dei beni culturali, che deve essere necessariamente trainante per lo sviluppo della Città di Locri. All’interno del calendario della quarta edizione del Magna Grecia Teatro, domani, giorno 7 Agosto, alle ore 21.00,  presso l’Area Archeologica “Tempio di Marasà“ andrà in scena Fedra di Seneca (Traduzione di Edoardo Sanguinetti) con Paola Pitagora, Roberto Alpi. Adattamento e Regia di Giovanni Anfuso.

 

 

 

Webmaster Ing. Francesco Alati